A volte la vita ti conduce verso strade a cui mai avresti pensato di avvicinarti.

Da qualche mese sono entrata a far parte di uno studio clinico dell’Istituto Nazionale dei Tumori, come “cavia”.
Il nostro gruppo, costituito da donne operate al seno, dovrà per alcuni anni seguire uno stile di vita quanto più “sano” possibile, per saggiare l’ipotesi che questo possa ridurre le recidive. Questo significa un po’ più di attività fisica e una alimentazione basata sullo stile della dieta mediterranea e macrobiotica.

Grazie alle lezioni di cucina riservate al nostro progetto gradualmente ho iniziato a modificare il mio modo di mangiare e quindi di cucinare, abbandonando alimenti che ritenevo basilari, come farina 00, zucchero e patate, quasi eliminando carni rosse e salumi, riducendo formaggi e uova, per scoprire i cereali integrali, che avevo raramente frequentato e utilizzando molto di più i legumi.

Ho trovato ricette sfiziose, inventato pietanze a volte sorprendentemente buone e tentato di modificare i miei classici preferiti secondo il mio nuovo stile di vita.

Una sfida importante sono senza dubbio i dolci: come è possibile fare una torta senza zucchero?
Per fortuna le cuoche di Cascina Rosa ci sono venute incontro anche riguardo questo aspetto, proponendoci ricette in cui si utilizza come dolcificante il succo di mela, oppure uvette e albicocche secche.

Le ricette che pubblicherò da ora in poi seguiranno queste mia nuova filosofia del cibo, riproporrò ricette riviste e corrette, altre inedite e le mie preferite tra quelle che mi suggeriscono le compagne di avventura.

Ovviamente mi riservo di pubblicare, raramente, qualche succulento piatto proibito, non è forse vero che “Semel in anno licet insanire”?

Cascina Rosa d'estate